MONGOLIA, La Terra di Gengis Khan

★ ★ ★ / ★ ★ ★ ★

Il Festival del Naadam

PENSIONE COMPLETA

Prezzi e disponibilità

Quota individuale di partecipazione Quota

8 – 16 Luglio 2024

€ 3.995

Supplemento Singola Euro 510
Tasse Aeroportuali Euro 412

DOCUMENTI PER INGRESSO IN MONGOLIA:
Per i cittadini italiani l’ingresso in Mongolia è concesso solo ai possessori di passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel Paese.
Il passaporto deve ed essere in buono stato senza pagine piegate o scollate (anche se solo parzialmente).

PROGRAMMI DETTAGLIATI IN AGENZIA

La quota individuale comprende:

  • Trasposto con voli di linea Turskish Airlines da Venezia
  • Trasporto in franchigia Kg 23 con un solo bagaglio in stiva, bagaglio a mano 10 Kg
  • 2 pernottamenti+early check-in camera standard Hotel HOLIDAY INN 4* Ulan Bator
  • 5 pernottamenti in “Gher” (tipici Campi Tendati della Mongolia) a 2 posti per con bagno privato in tenda
  • Trattamento di pensione completa: pasti come da programma inclusa 1 bottiglia di acqua minerale (0,50 ml) per pasto
  • Tutti i trasferimenti in Bus (da 22 posti) in città a Ulan Bator e Jeep 4×4 (4-5 persone per van) per il resto del viaggio
  • Guida/Accompagnatore locale parlante italiano per tutta la durata del viaggio
  • Gadget Deluxe (1 zaino e 1 pochette a coppia + guida + etichette bagaglio)
  • Assistente Esclusivo in Aeroporto a Venezia per operazioni di check-in/imbarco
  • Assicurazione medica/bagaglio Nobis (massimale Mondo Euro 50.000)

La quota individuale NON comprende:

  • Tasse aeroportuali (soggette a riconferma fino a 21 giorni prima della partenza)
  • Assicurazione Annullamento (facoltativa) – Premio Assicurazione Annullamento “VIAGGIA PROTETTO” da calcolare per persona il 4,25% sull’ importo TOTALE del viaggio
  • Facchinaggio
  • mance (da consegnare in loco alla guida, consigliamo euro 60 per persona)
  • bevande extra
  • extra personali in genere e quanto non espressamente indicato nel programma

Servizi

Richiedi disponibilità o informazioni senza impegno!








    Dichiaro di avere letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti.

    Qualche informazione in più…

    IL VIAGGIATORE IN MONGOLIA DEVE SAPERE CHE…
    Questo viaggio sarà una esperienza straordinaria, probabilmente tra le più emozionanti che un viaggiatore possa vivere. Il popolo mongolo è ancora legato a tradizioni millenarie, dove il senso dell’ospitalità è fortemente radicato in ogni famiglia locale. Certo è un viaggio questo solo per viaggiatori che sanno adattarsi ad un Paese che offre distese enormi di steppa e di zone desertiche, terre che non hanno eguali in nessun altro posto del nostro Pianeta, le condizioni ancora rurali dei pastori mongoli ed i pernottamenti in campi tendati situati in zone isolate fanno in modo che si possano davvero vivere situazioni di vita locale e ovviamente essendo zone poco sviluppate garantiscono suggestivi tramonti e incredibili albe accompagnate dal silenzioso canto del vento. E’ inevitabile qualche disservizio sulle strutture che ci ospiteranno in viaggio, quindi prepariamoci ad una esperienza non certo “comoda” ma che verrà pienamente ripagata dalle meraviglie che osserveremo e dalle comunità nomadi che incontreremo in tour.

    Ritrovo dei partecipanti in aeroporto e disbrigo delle operazioni d’imbarco. Partenza con volo di linea TK1868 alle ore 09:30 per Istanbul. Arrivo previsto alle ore 13:00 e proseguimento con volo per Ulan Bator TK236 alle ore 18:10. Pasti e pernottamento a bordo.

    Arrivo previsto al mattino alle ore 07:10 all’aeroporto di Ulan Bator, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate e prima colazione in hotel. Verrà lasciato ai viaggiatori del tempo per riposo in camera prima di iniziare le visite. Intera giornata dedicata alla visita della città, capitale della Mongolia; visiteremo la Piazza Sukhbaatar, il vero cuore pulsante della città. Pranzo in ristorante in città in corso di escursione. Continuazione con la visita del Monastero di Gandantegchinlen, antico monastero Buddhista il cui nome in mongolo significa “Grande luogo di gioia completa”. Visita al Museo di Storia Nazionale, dove si ammireranno le tracce dei primi abitanti della nazione nomade. A seguire visita del Museo delle Belle Arti di Zanabazar, fondato nel 1966 contiene ad oggi quasi 17.000 opere. La serata continuerà con la cena in ristorante tipico con spettacolo di folclore: canti, acrobazie e danze tradizionali mongole. Al termine, rientro in hotel e pernottamento.

    Prima colazione in hotel. Al mattino presto trasferimento in aeroporto (orario da definire) e partenza con volo per Dalanzadgad, nel cuore del Deserto dei Gobi. Arrivo, incontro con gli autisti delle Jeep 4X4 e partenza per il Canyon Yoliin Am, conosciuta come la valle delle aquile. Proseguimento per il campo tendato nel Deserto dei Gobi, uno dei luoghi più misteriosi ed affascinanti del pianeta che si estende tra Mongolia e Cina. Pranzo in campo tendato. Al termine del pranzo, partenza per le dune di sabbia di Khongoin è una spettacolare striscia di dune lunga più di 200 chilometri e larga 30 chilometri, che emerge per alcune centinaia di metri dalle pianure sassose del deserto del Gobi. Continuazione verso il Campo tendato, sistemazione nelle “Gher”, cena e pernottamento.

    Prima colazione in campo tendato. Partenza verso Dalanzadgad per partecipare alla Cerimonia di apertura del Festival del Naadam. Pranzo in corso di escursione. Intera giornata di partecipazione al più importante Festival di tutta la Mongolia dove si elegge di fatto il degno erede del mitico Gnegis Khan. Assisteremo a diverse gare in cui gli sfidanti si daranno battaglia per uscirne vincitori davanti al proprio popolo: corse con i cavalli, tiro con l’arco e lotta libera (il Khapsagay). Il Naadam è una festività tradizionale della Mongolia. Il Naadam, è occasione per percepire l’autentico folklore mongolo, si svolge da oltre tremila anni (è infatti la seconda olimpiade più antica del mondo) ed è la festa nazionale più importante e celebre della Mongolia. Da otto secoli è anche l’occasione per rievocare le gesta di Gengis Khan, orgoglio della Mongolia, e inoltre dal 1921 costituisce l’anniversario della rivoluzione mongola. Il culmine della festa si raggiunge nelle gare di una lotta molto simile all’occidentale wrestling, in cui cinquecento uomini si battono senza categorie per conquistare il titolo di Leone della Mongolia. Se un vincitore durante il Naadam si aggiudicherà almeno due titoli nazionali verrà acclamato come Titano. Al termine dei giochi trasferimento al campo tendato, cena e pernottamento.

    Al mattino partenza verso Bayanzag, un luogo incredibile dove cammineremo sulla storia del nostro Pianeta: escursione alla Valle dei dinosauri, dove sono stati scoperti innumerevoli fossili di dinosauri. Osserveremo incantati, resti di dinosauri dell’era mesozoica (circa 75 milioni di anni fa). Rientro al campo tendato per il pranzo. Nel pomeriggio partenza per la visita alle rovine del Monastero Ongi, uno dei più antichi della Mongolia: le sue rovine sono incastonate nello scenario desertico tipico della regione. Fondato nel 1760 sulle rive del fiume Ongi, era uno dei più grandi e importanti monasteri della Mongolia, risiedevano 1.000 monaci, quasi tutti uccisi o costretti a arruolarsi come militari dai Russi negli anni ’30. Qualche monaco è riuscito salvarsi scappando e diventando pastore. Il tempio di Ongi fu quindi distrutto e abbandonato per lungo tempo. Solo dopo il 1990, con la caduta del comunismo, sono tornati a Ongi 3 monaci che avevano iniziato lì la loro formazione buddista. Piano piano, questi 3 eroici monaci hanno iniziato a ricostruire il tempio sulle vecchie rovine. Lungo il percorso sosta presso Mandal-Ovoo Soum, chiamato “cumulo di sassi”, un luogo di culto sciamanico. Quando si viaggia, c’è l’usanza di fermarsi e girare in cerchio intorno all’ovoo per tre volte, in senso orario, al fine di avere un cammino più sicuro. Arrivo al Campo tendato, sistemazione nelle “Gher”, cena al campo tendato e pernottamento.

    Prima colazione in campo tendato. Partenza per Kharokorin, piccola città fondata sulle rovine dell’antica Kharkhorum, che fu capitale dell’Impero Mongolo di Genghis Khan nel XII sec. Pranzo in corso di escursione. Proseguimento con la visita al Monastero Erdene Zuu, il primo Monastero buddista tibetano della Mongolia, fu costruito nel 1586 nei pressi delle rovine dell’antica Kharkhorum. fa parte del paesaggio culturale della Valle dell’Orkhon, eletto PATRIMONIO DELL’UMANITA’ UNESCO. Al termine trasferimento al campo tendato. Sistemazione nelle “Gher”, cena e pernottamento.

    Prima colazione in campo tendato. Al mattino partenza per il Parco Nazionale Khustai, terre incontaminate istituite nel 1993 per facilitare il progetto di reintroduzione del “Takhi”, il tipico cavallo selvatico dell’Asia Centrale. Trascorreremo una intera giornata nella zona centrale del Parco, dove si potranno ammirare e fotografare cavalli selvatici e altri animali come marmotte e cervi rossi. Sembrerà di respirare aria nuova, il tipico vento della Mongolia che soffia in queste steppe e distese incredibili, una giornata indimenticabile! Pranzo in corso di escursione. Continuazione con una escursione verso Ungut e visita ai monumenti in pietra risalente alla dominazione turca (III-V secolo a.C.). Al termine trasferimento al campo tendato. Sistemazione nelle “Gher”, cena e pernottamento.

    Prima colazione in campo tendato e partenza per il rientro nella Capitale Ulan Bator. Lungo il percorso sosta per assistere ad uno spettacolo sulla vita e tradizioni dei nomadi mongoli. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio arrivo alla salita alla collina Zaisan, dalla quale si gode una magnifica vista sulla città di Ulan Bator. Visita ad un famoso negozio di cashmere e manufatti locali, il cashmere è la fibra tra le più pregiate al mondo, sinonimo di morbidezza ed eleganza, la produzione di questo tessuto è una cultura millenaria in Mongolia da cui attingono i più grandi stilisti del mondo. In serata abilissimi artisti mongoli si esibiranno in uno spettacolo folk tradizionale con musica folk. Trasferimento in hotel, sistemazione in camera. Cena in hotel e pernottamento.

    Di buon mattino, trasferimento all’aeroporto e disbrigo delle operazioni d’imbarco. Partenza con volo di linea TK237 per Istanbul alle ore 08:40. Arrivo a Istanbul alle ore 13:05 e proseguimento con volo TK1869 alle ore 17:50 per Venezia. Arrivo previsto alle ore 19:15.

    Attenzione: le visite potrebbero subire cambiamenti nell’ordine di realizzazione anche durante il tour in corso di viaggio, garantiamo comunque sempre tutte le visite previste

    Richiedi informazioni senza impegno!