GRECIA – Kos, Karpathos, Samos

OFFERTA

Offerte di Maggio e Giugno

Prezzi e disponibilità

STRUTTURA Isola Partenza A partire da
Alpiblu Apolis – B&B Karpathos 27/05 da Milano € 686
CiaoClub Bluu Bahari – All Inclusive Karpathos 10/06 da Milano € 817
Alpiclub Porto Bello Beach – All Inclusive Kos 27/05 da Verona € 849
Seaclub Porto Bello Royal – All Inclusive Kos 10/06 da Milano € 1173
Seaclub Doryssa Seaside Resort – All Inclusive Samos 21/06 da Verona € 1213
QUOTE CONTINGENTATE, DISPONIBILITA’ LIMITATA

La quota individuale comprende:

Offerta a disponibilità limitata con prezzo dinamico a persona, valida per sistemazione in camera doppia, trattamento come da programma, comprensiva di volo + soggiorno di 7 notti. Il prezzo “finito” include la quota base, la Zero Pensieri e le tasse e/o oneri aggiuntivi obbligatori.

La quota individuale NON comprende:

Non sono incluse eventuali tasse e/o oneri obbligatori da pagare in loco. Condizioni bambini e prolungamenti in agenzia.

Servizi

Adatto a coppie

Adatto a famiglie

Richiedi disponibilità o informazioni senza impegno!








    Dichiaro di avere letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti.

    Qualche informazione in più…

    Il Dodecaneso è un bellissimo complesso di isole situato nella parte sud-est del Mar Egeo, tra SamosCreta e le coste turche. Le principali sono: RodiKarpathosAstypaleaPatmosKos e isole più piccole come Tilos e Symi. Ognuna di queste isole regala a tutti i suoi visitatori oltre che paesaggi naturali e spiagge meravigliose, un ricco patrimonio culturale e artistico. L’isola più popolare del Dodecaneso è Rodi, famosa per il suo bellissimo centro storico, le meravigliose spiagge e la natura rigogliosa. Molto popolare è anche Kos, mentre Karpathos e Patmos si stanno gradualmente sviluppando senza perdere il loro carattere originale. il resto del Dodecaneso è una “piccola isola bellissima”, ideale per vacanze rilassanti.

    La storia delle isole del Dodecaneso inizia nella preistoria, ma raggiunge il picco nel Medioevo, quando le isole furono conquistate dai veneziani. I veneziani costruirono forti e castelli per difendere le città e svilupparono un’economia basata sulla navigazione commerciale. Resti di questo periodo veneziano sono i meravigliosi castelli, come il Palazzo del Gran Maestro a Rodi, il Castello Neratzia nella città di Kos, il Castello Pandeli a Leros e altri. Generalmente, ogni isola del Dodecaneso ha almeno un castello veneziano. Nel XV secolo, il Dodecaneso fu conquistato dagli Ottomani, che lasciarono il segno anche sull’architettura locale. Dopo un breve dominio italiano dal 1912 al 1947, le isole del Dodecaneso furono finalmente annesse allo stato greco dopo il trattato di pace del 1947 con l’Italia.

    Sole splendente, acque cristalline, resort all-inclusive e monumenti unici rendono l’isola di Kos una destinazione ideale se vuoi visitare la Grecia per la prima volta. Un mix di attrazioni e tradizione unico che rende Kos meta ideale per tutti.

    Kos è un’isola appartenente all’arcipelago del Dodecaneso e tra le isole greche è una delle mete più ambite per le vacanze estive. Kos tra vita notturna, mare trasparente, spiagge caraibiche e sport acquatici, riesce ancora a conservare intatte le vestigia dell’antica storia di cui è permeata l’isola. Un mix decisamente completo e attrattivo. Kos è una destinazione ideale. Questo per via dell’ampia offerta di cose da fare, belle spiagge, arte e tanto altro. Kos è perfetta per una famiglia, per una coppia, per una vacanza in compagnia e anche se sei single non ti annoierai di sicuro. Kos è conosciuta per le sue lunghe notti, il mare da cartolina e il vento ideale per il kitesurf, oltre ai paesaggi magici, imponenti rilievi rocciosi, verdi vallate e rovine elleniche in ogni punto dell’isola. Il suo fascino risiede proprio nel suo essere cosmopolita e, al tempo stesso, racchiudere tutta la storia della Grecia antica. Potrai goderti infinite passeggiate nella città principale e osservare la storia dell’isola attraverso i suoi monumenti, risalenti all’antichità, al periodo bizantino, ottomano e al dominio italiano. A Kos sono inoltre tantissime le piste ciclabili che corrono lungo le spiagge dandoti modo di poter sfruttare la bicicletta per fare delle lunghe pedalate. Bar sulla spiaggia, sedie a sdraio, ombrelloni e sport acquatici sono offerti ai turisti con un numero di servizi in continuo aumento. Far visita Kos è un obbligo se vuoi conoscere una delle isole più belle in Grecia.

    Le spiagge di Kos hanno reso famosa quest’isola. Numerose e senza dubbio tra le più belle del Dodecaneso, se non addirittura tra le più belle di tutta la Grecia. Ogni anno queste favolose calette, o spiagge che siano, attirano turisti da tutto il mondo.
    Famiglie con bambini, amanti del Windsurf e del Kitesurf, bagnanti alla ricerca di spiagge cristalline e baie nascoste. Sabbia, ciottoli, attrezzate e selvagge, le spiagge di Kos sono in grado di accontentare i gusti di ogni turista. La zona settentrionale di quest’isola della Grecia è caratterizzata dal vento costante, fondali cristallini e acque poco profonde. Per questo è meta degli appassionati di sport acquatici. La parte meridionale gode di magnifiche spiagge dalle acque placide e fondali scuri, con mare cristallino ed è preferita dalle famiglie e dalle coppie. Sul litorale sud occidentale di Kos si estende la vastissima Baia di Kefalos, con una spiaggia ininterrotta di sabbia lunga 12 km, dove si trovano le più famose spiagge dell’isola. La strada da percorrere non sempre costeggia il litorale e le spiagge devono essere raggiunte con piccole strade sterrate ben indicate. Proseguendo si arriva a Kamari, una località balneare con negozi di souvenir e locali turistici. Sulla sporgenza rocciosa dopo Kamari si trova Kefalos, altro punto nevralgico del turismo, ma proseguendo lungo la parte meridionale dell’isola, possono essere raggiunte spiagge e località del tutto selvagge e lontane dal turismo di massa.

    Spiaggia Paradise Beach Situata 33 km da Kos città e a 7 km prima di Kefalos, è la spiaggia più popolare dell’isola di Kos, una delle magnifiche spiagge della baia di Kefalos, che sono indicate separatamente, ma formano un’unica lunghissima spiaggia lungo il promontorio. La sabbia è bianchissima e fine, le acque sono poco profonde e dal colore cristallino, ideali sia per le famiglie con bambini che per gli appassionati di sport d’acqua, grazie all’eccellente organizzazione per windsurf, sci d’acqua, parapendio, moto d’acqua e banana-boat. Ampiamente servita con taverne, bar e ristoranti di pesce. Vediamole nel dettaglio:
    – Sulla sinistra di Paradise, c’è Bubble Beach, chiamata in questo modo per via delle bolle prodotte dagli sbuffi di vapore vulcanico nella zona della marea e che rendono l’acqua molto fredda.
    – Agios Stefanos, una spiaggia di sabbia e ciottoli. Davanti si trova l’isolotto di Kastri con il monastero di Sant’Andonios. L’usanza vuole che dopo averla raggiunta a nuoto, ci si arrampichi sulle rocce e si suoni la piccola campana accanto alla chiesetta dai tipici colori bianco e azzurro.
    – Camel Beach (nome vero Kamila) la spiaggia più corta ed isolata, che si raggiunge tornando verso Kefalos e discendendo per una stradina molto ripida, con i fondali ai due lati della caletta adatti allo snorkeling.

    – Banana Beach (vero nome Lagada) è la più tranquilla e meno affollata, ha anche una parte libera non attrezzata. Le sue acque sono poco profonde e cristalline. Pulita e pittoresca grazie alla presenza di numerosi ginepri lungo le dune.
    – Marcos Beach (Markos) molto tranquilla e servita da bar e taverna.
    – Sunny Beach (nome vero Psilos Gremmos) si raggiunge a piedi da Magic Beach ed è ottimamente organizzata.
    – Magic Beach (vero nome Polémi) è la più lunga, molto ampia, con un’unica taverna e senza acquascooter.
    – Exotic Beach (vero nome Xerokambos o Kampos) nella zona ad ovest è invece una spiaggia per nudisti.

    Karpathos è bellezza selvaggia e incontaminata nel Dodecaneso, scolpita da venti, costumi e tradizioni secolari. Acque color smeraldo ti tenteranno e il borgo di Olymbos ti farà viaggiare in un mondo dove il tempo si è fermato.

    Karpathos incanta per il suo mare e i suoi paesaggi. L’isola delle donne che vestono l’abito tradizionale, delle lunghe escursioni in montagna, delle calette blu e del kitesurf. Tra le più conosciute, e quindi visitate, isole del Dodecaneso, l’isola di Karpathos è metà strada tra Creta e Rodi e dispone di un aeroporto. Puoi raggiungerla sia in aereo che via mare, essendo ben collegata con linee traghetto alle altre isole. Questo rende Karpathos una tappa ideale in un tour del Dodecaneso. Insieme all’isolotto di Saria, è una delle isole più importanti della Grecia per la protezione di specie ed ecosistemi.

    Venire a Karpathos e non fare una passeggiata nel villaggio di Olympos equivale a perdere gran parte del fascino dell’isola. Il paese, a circa 60 km dalla Chora, è uno dei villaggi più antichi dell’isola. Pittoresche case colorate e riccamente decorate, gli abitanti vestono gli abiti tradizionali, chiese bizantine e antichi mulini la maggior parte dei quali abitati e visitabili. I locali sono persone molto cordiali e non di rado si fermano a chiacchierare con i turisti raccontando vecchie storie.

    Dal mare, si sa, hai accesso ad angoli di paradiso se sei in vacanza su un’isola e anche a Karpathos alcune delle spiagge più belle sono raggiungibili solo via mare. Consigliamo anche un’escursione sulla disabitata isola di Saria dove oltre a meravigliose spiagge e grotte puoi visitare i resti dell’antica città di Ilyssos. Karpathos offre un territorio perfetto per percorsi trekking verso i rilievi dell’interno. Come a Kalymnos anche a Karpathos diverse pareti rocciose attirano chi pratica arrampicate. Puoi affidarti ai numerosi climbing center dell’isola per le uscite in gruppo. Torniamo sul mare per cavalcare le onde. Più volte abbiamo sottolineato come a Karpathos sia facile trovare occasioni e spiagge dove praticare in sicurezza kitesurf e windsurf. Se ami la velocità puoi optare per sci nautico e moto d’acqua.

    Mare da favola, villaggi incantevoli e poco turismo di massa: questa è Karpathos. La parte a nord, brulla e rocciosa, è amata dagli escursionisti prestandosi al trekking sia nella parte interna, sia lungo i sentieri panoramici che conducono a spiagge nascoste e poco battute dai turisti. La parte a sud, più verdeggiante e fertile, è battuta dal Meltemi che qui soffia al massimo della sua intensità. Il vento rende questa zona dell’isola il regno degli amanti del kitesurf. Negli ultimi anni, molti dei vecchi emigrati sono ritornati in patria, restituendo vita all’isola e sviluppando attività turistiche: sono aumentate le presenze di chi pratica windsurfing di origine greco-americana e greco-australiana. Karpathos è chiaramente più adatta se sei un vacanziero sportivo e hai voglia di esplorare sentieri escursionistici. Un percorso tipico che molti turisti scelgono è quello che conduce Olymbos. In questo villaggio il tempo sembra essersi fermato, le donne indossano ancora l’abito tradizionale, il panorama è indimenticabile con le case aggrappate alla roccia sferzata dai venti. Luogo must da visitare, ma sconsigliato per alloggiare se vuoi essere vicino al mare. Pigadia è invece il cuore pulsante dell’isola, il centro più importante dove sono concentrato il divertimento.

    Le spiagge di Karpathos sono famose per la loro bellezza e varietà, spaziando da calette nascoste a lunghi arenili con bassi fondali, adatti anche ai bambini. La parte meridionale dell’isola, fortemente ventosa, è ideale per gli appassionati di kitesurf. L’isola è divenuta oggetto di competizioni internazionali, grazie al Meltemi che qui raggiunge il suo picco. Le spiagge nella parte settentrionale sono meno affollate perché poco conosciute. A chi piace camminare questa zona costiera offre percorsi tra le roccie che portano a bellissime spiagge.

    Spiaggia di Afoti Una lunga spiaggia sabbiosa con acque turchesi situata vicino alla città di Pigada. La spiaggia è ben organizzata con numerosi servizi tra cui lettini e ombrelloni, taverne e bar.

    Spiaggia di Apella Una delle più belle del Dodecaneso, situata 17 km a nord di Pigadia, la spiaggia è racchiusa da due scogliere e alle spalle la montagna scende dolcemente fino a incontrare il mare. Servita da una taverna che d’estate è presa d’assalto dai turisti già dal mattino.

    Spiaggia di Finiki Situata su una piccola baia, 2 Km a nord di Arkasa, la spiaggia ha una taverna nelle vicinanze anche questa molto affollata e decisamente turistica nell’offerta culinaria.

    Spiaggia di Kyra Panagia Sabbia bianca e acque turchesi sul lato est dell’isola, è considerata una delle spiagge più belle del paese. Attrezzata e con lettini e ombrelloni, offre una taverna di pesce per pranzi in riva al mare.

    Spiaggia di Vananda Partendo da Olympos si segue per 4 km un sentiero lungo la costa, camminando tra i pini per circa 50 minuti. Il percorso è di medio-alta difficoltà, adatto a chi è abituato al trekking (informarti bene da persone che conoscono la zona prima di decidere di intraprendere l’escursione). Non aspettarti vegetazione sotto cui ripararti dal sole. La spiaggia è molto ventosa, ma la sensazione di libertà è unica: generalmente non ci sono molte persone proprio perché difficile da raggiungere e poco servita, se non da una piccola taverna. In alternativa si può raggiungere in barca.

    Spiaggia di Vroukounda Per i più intraprendenti segnaliamo un percorso abbastanza impegnativo di 11 km per raggiungere spiaggia di Vroukounda partendo da Olympos. 3 ore di camminata passando per il villaggio rurale di Avlona. Parti presto al mattino per evitare il caldo e non dimenticare acqua e provviste perché lungo il percorso e in spiaggia non c’è nulla. Anche questa spiaggia, in alternativa, puoi raggiungerla in barca, ma la scelta di arrivare via terra è decisamente più suggestiva e avventurosa.

    Scenari verdeggianti e tropicali, acque color smeraldo, bellezze e leggende. Samos è un mix di seduzione che ti travolgerà con le sue distese sabbiose. Sbarca sul”isola e vivi l’avventura stando sempre affacciato nel blu dell’Egeo.

    Samos è un’isola della Grecia che appartiene all’arcipelago dell’Egeo Nord orientale. Un’isola grande, baciata da una natura rigogliosa e abbastanza conosciuta dal punto di vista turistico. Lo stretto che la separa dalla Turchia la rende appetibile se sei il turista che vuole approfittare di visitare due nazioni in un colpo solo. La posizione di Samos, o Samo, ha sempre influito positivamente sui suoi legami commerciali sia con le altre isole greche che con l’Anatolia. Su quest’isola ci sono tracce di vita sin dall’epoca preistorica, ma solo nel periodo greco l’isola venne conosciuta e apprezzata maggiormente come patria di Pitagora, Aristarco, Epicuro o Esopo.

    Samos, una delle principali mete turistiche della Grecia, possiede tutti gli elementi per concederti una vacanza completa. Qui archeologia, natura, relax e spiagge, sono all’ordine del giorno. Non manca nemmeno quel tocco di esotico, con la Turchia a un solo km di navigazione. Per molti amanti delle “isole degli Dei” Samos è una delle più belle isole della Grecia. Possiamo dire che è un’isola con un’offerta a 360°, dove mare e cultura vanno a braccetto. I resti del glorioso passato sono molti, e quindi le giornate potranno essere scandite dal mare (le spiagge di Samos sono tra le più favolose) e passeggiate tra arte antica e natura. Samos fu il luogo di nascita della dea Era, moglie di Zeus. Di Aristarco, che per primo espose la teoria della rotazione terrestre e del grande matematico Pitagora. Su quest’isola nell’Egeo del Nord, vedrai tracce della loro seducente presenza, mentre scoprirai le fresche e limpide acque di Samos, gli incontaminati villaggi di montagna, i deliziosi cibi locali e il superbo vino dolce.

    Paesaggi lussureggianti, spiagge infinite, gioielli architettonici e importanti siti archeologici fanno di Samos, nell’Egeo sudorientale, una destinazione speciale.

    Siti archeologici a Samos Situato vicino all’aeroporto, Pythagorion è stato un luogo cosmopolita nel corso della sua storia. L’antica città iniziò a prosperare dal lontano VI secolo aC. Possedeva un porto dominante e una flotta rinomata. Ad oggi i visitatori ne ammirano le imponenti rovine della città. Mura di cinta, palazzi con pavimenti a mosaico, parti del porto antico e il teatro antico restaurato. I visitatori sono in genere più colpiti dal celebre Tunnel di Eupalinos, che misura 1.036 metri. È considerato come una delle più grandi imprese di ingegneria della storia antica. La città portuale offre piacevoli passeggiate, lungo la spianata e i suoi negozi raffinati, e attraverso i vicoli in salita con case ben tenute. Il museo archeologico, il piccolo castello e l’originale museo del folclore , ospitato nell’hotel Doryssa Bay, meritano sicuramente una visita.

    Tunnel di Eupalinos Un tunnel scavato nella roccia nel VI secolo aC. Merita una visita, ma non è consigliata per chi è claustrofobico. E’ un itinerario davvero unico, attraverso il quale scoprirete come erano organizzate le miniere di un tempo. Meglio indossare le scarpe durante la visita (ottimali se da trekking) e portarsi con se una felpa.

    Tra musei e cantine di vini Le alternative sull’isola non mancano. Ci sono numerosi piccoli musei tra cui quello del vino a Vathy. Si tratta di un’azienda vinicola che alla fine del tour offre anche una degustazione omaggio. Vale la pena tornare a casa con una di queste bottiglie di ottimo vino, famoso e esportato anche in Italia.

    Immersioni e diving center a Samos potete divertirvi anche sott’acqua con una delle escursioni subacquee o di snorkeling delle diverse agenzie che troverete nelle spiagge più frequentate. Se amate vivere il mare con gli sport d’acqua qui avrete l’imbarazzo della scelta: oltre ai classici sci nautici per farsi trainare sulle acque si potrà noleggiare attrezzature come canoe o windsurf.

    Le spiagge di Samos sono famose per la loro natura ricca di verde e l’acqua cristallina da cui sono bagnate. Kokkari, Lemonaki e Tsamadou sono tra le spiagge più belle di Samos. Sebbene alcune spiagge di Samos siano organizzate e attrezzate mantengono in ogni caso la loro atmosfera pittoresca. Molte baie isolate possono anche essere scoperte per godere di maggiore privacy e alcune sono frequentate da naturisti.

    Spiaggia di Agios Isidoris Partendo dal capo nord ovest dell’isola di Samos incontriamo questa prima spiaggia tra i villaggi di Kallithea e Drakei. La spiaggia, misto sabbia e ghiaia, è molto isolata e difficile da raggiungere, soprattutto per l’ultimo tratto di strada, sia che venga percorso a piedi che con un’auto. Ma tutta questa fatica verrà ripagata da uno spettacolo di natura incontaminata, completa solitudine e un mare dei più limpidi di tutta l’isola. Non attrezzata.

    Spiaggia di Balos Nella baia di Marathokambos incontriamo la solitaria spiaggia di Balos. Un ambiente molto silenzioso con sabbia mista a ghiaia, un mare calmo e trasparente ideale per chi fosse alla ricerca di pace, a differenza delle vicine spiagge di Kambos e Votsalakia che nonostante mantengano un senso di pace sono meta di turismo più intenso vista la vicinanza con le strutture turistiche e i numerosi ristoranti. Balos non è attrezzata.

    Spiaggia di Ireon Questa spiaggia si trova subito dopo il villaggio di Pythagorio e bagna il litorale del villaggio omonimo, dove potrete trovare anche le rovine del Tempio dedicato a Era. È una spiaggia di ghiaia larga e lunga, attrezzata nella parte centrale e ideale se il caos della cittadina vi infastidisce e volete rilassarvi al sole ammirando un mare di cristallo.

    Spiaggia di Kerveli Kerveli è una delle prime spiagge che si incontrano sul versante sud di Samos scendendo dal lato est. È nei pressi del villaggio che porta il suo stesso nome. E’ una spiaggia di ghiaia molto piccola e incorniciata da alberi affacciati su un mare azzurro e non troppo profondo. Sulla spiaggia ci sono anche alcuni ombrelloni a noleggio e poco distante dal litorale c’è anche una taverna.

    Spiaggia di Klima Subito dopo la baia di Posidonio si trova questa larga spiaggia di ghiaia dove si possono affittare ombrelloni e pranzare in una delle taverne alle sue spalle. In questo punto della costa di Samos le spiagge sono tutte una migliore dell’altra. E’ proprio il caso di dedicare del tempo alla visita di questo versante di costa.

    Spiaggia di Lemonaki Lemonaki si trova a pochissima distanza dal villaggio di Kokkari. Il suo litorale gode di un mare dai toni blu, con un fondale che digrada dolcemente man mano che si avanza al largo. Alle spalle della spiaggia sabbiosa una collina verde racchiude questo paesaggio da cartolina, e presenta tutti i servizi necessari per il turista. Un piccolo ristorante si trova dal lato sinistro della spiaggia. Quando soffia il meltemi qui arrivano un sacco di surfisti pronti a divertirsi.

    Spiaggia di Platanaki Questa spiaggia di ghiaia nonostante si trovi nei pressi dell’omonimo villaggio è una spiaggetta silenziosa, non attrezzata e quindi più riservata. Chiusa tra due scogliere e bagnata da un bellissimo mare di un azzurro cielo, è ideale per giornate di mare in completo relax.

    Spiagge di Posidonio Nella baia di Posidonio, che si affaccia sulle coste turche, ci sono tante piccole spiaggette una di seguito all’altra protette alle spalle da una folta vegetazione. Le acque risplendono ai riflessi del sole e quando tira un po’ di vento molti surfisti arrivano per godersi le onde. La spiaggia di ghiaia è attrezzata con tutto quello che serve al turista e merita una visita anche di un solo giorno.

    Spiaggia di Potami La spiaggia si trova nei pressi del villaggio di Karlovasi, da cui si può raggiungere anche a piedi. Una spiaggia di ghiaia incontaminata, molto lunga e bagnata da un mare molto pulito, circondata da uno scenario naturale che durante le belle giornate regala panorami stupendi. Non attrezzata.

    Spiaggia Psili Ammos Fate attenzione a non confondere questa con l’omonima spiaggia che si trova sempre sulla costa sud ma nei pressi di Posidonio. Questa si trova invece lungo il versante sud ovest di Samos, subito dopo il villaggio di Votsalakia. E’ una spiaggia lunga e bagnata da un mare azzurro ancora non intaccata dal turismo di massa. Infatti anche qui è molto frequente imbattersi in nudisti. Alle spalle della spiaggia due taverne servono come punto di ristoro ma non è attrezzata.

    Spiaggia di Pythagorio Questa spiaggia di sabbia mista si trova a ridosso della cittadina di Pythagorio, ed è ben attrezzata per i turisti più esigenti. Tuttavia non è riservata e silenziosa come altre a Samos.

    Spiaggia di Roditses Questa piccola spiaggetta di ghiaia si trova a soli 5 minuti a piedi dal centro di Vathy. Ci sono sia lettini che ombrelloni, e il mare che lambisce queste coste è altrettanto chiaro come in ogni altro punto di Samos. Alle sue spalle diversi hotel e alloggi che usano questa spiaggia come naturale discesa verso il mare.

    Spiaggia di Tsamadou Questa spiaggia si trova nei pressi del villaggio di Kokkari. È stata considerata una delle migliori di tutta Samos, con un litorale costeggiato da verdi alberi e un mare cristallino e invitante. Al centro ci sono lettini e ombrelloni, alle due estremità invece la spiaggia è riservata ufficialmente al nudismo.