GRAN TOUR del PORTOGALLO e SANTIAGO de COMPOSTELA

★ ★ ★ ★

Portogallo, un paese straordinariamente vario ed appassionante.

MEZZA PENSIONE

Prezzi e disponibilità

Partenze da Lisbona Quota individuale Suppl.to singola
Agosto: 19 e 26 750.00 € 325,00 €
Settembre: 2, 9, 16 e 23 735.00 € 320,00 €

PROGRAMMI DETTAGLIATI IN AGENZIA

PARTENZA DA LISBONA

  • 1° giorno: LISBONA
  • 2° giorno: LISBONA – SINTRA – LISBONA 
  • 3° giorno: LISBONA – OBIDOS – ALCOBACA – NAZARE – BATALHA – FATIMA
  • 4° giorno: FATIMA – COIMBRA – SANTIAGO DE COMPOSTELA
  • 5° giorno: SANTIAGO DE COMPOSTELA 
  • 6° giorno: SANTIAGO DE COMPOSTELA – BRAGA – GUIMARAES – PORTO 
  • 7° giorno: PORTO – LISBONA
  • 8° giorno: LISBONA

La quota individuale comprende:

  • tour di 8 giorni e 7 notti
  • pullman GT con aria condizionata
  • Trattamento come da programma: 7 prime colazioni / 7 cene in hotel
  • 1/3 di litro di acqua in ogni cena
  • guida locale a Santiago
  • Radioguide auricolari
  • Accompagnatore in italiano
  • Assicurazione medico/bagaglio Tourist Pass inclusa pandemia Covid-19

La quota individuale NON comprende:

  • Quota di iscrizione € 35.00 per persona
  • Voli dai principali aeroporti
  • trasferimenti in loco
  • pacchetto ingressi da pagare in loco all’accompagnatore
  • eventuale assicurazione annullamento
  • tasse di soggiorno

Servizi

Adatto a coppie

Adatto a famiglie

Richiedi disponibilità o informazioni senza impegno!








    Dichiaro di avere letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti.

    Qualche informazione in più…

    Tour alla scoperta delle meraviglie del Portogallo e dell’affascinante Santiago di Compostela.

    Monumenti storici, piazze e viali, sport, una sfrenata vita notturna e un ricco calendario di eventi culturali: a Lisbona e dintorni c’è tantissimo da fare.

    Viene spesso definita “capitale romantica”, ma questa etichetta non rende giustizia a Lisbona. Certamente la sua atmosfera senza tempo, gli scorci pittoreschi e i tramonti mozzafiato la rendono una destinazione ideale per una vacanza romantica, ma la città è adatta a ogni tipologia di viaggiatori: non solo coppie, dunque, ma anche gruppi di amici e viaggiatori indipendenti troveranno a Lisbona una moltitudine di cose da fare, per tutti i gusti! La prima cosa da fare a Lisbona è andare alla scoperta dei diversi quartieri, ognuno con una sua anima: lo storico Chiado, l’elegante Baixa, Alfama tradizionalissimo, Belém e le conquiste marinare…

    Esplorarli a piedi, perdendosi tra vicoli e viuzze, è il modo più divertente, ma se volete comprenderne meglio la storia e la cultura o se avete poco tempo a disposizione e volete condensare il meglio di Lisbona in poche ore una visita guidata è la scelta migliore. Durante la vostra vacanza a Lisbona ricordate di deliziare non solo gli occhi, ma anche il palato. Assaggiate le prelibatezze locali, indulgendo in pasticcini alla crema e altri dolcetti tipici: vi sentirete un vero lisbonese.

    Sede del festival più goloso del Portogallo, Obidos è un’affascinante cittadina medievale a solo un’ora da Lisbona. Stupenda di giorno, magica di notte.

    Quante donne possono dire di aver avuto in regalo un borgo? Poche probabilmente, e una di queste è la regina Isabel che ricevette in dono Obidos dal marito, il re Dionigi I. Chissà se si deve al tocco femminile di Isabel, certo è che Obidos è diventato uno dei più bei borghi del Portogallo: il romantico centro storico, arroccato in cima a un collina dominata da un castello medievale, è un labirinto di vie ciottolate e casette bianche, con balconi ornati di fiori, porte colorate e decorazioni manueline.

    Passeggiare lungo le mura del castello o per le vie del borgo è sempre un’esperienza affascinante, ma se volete un tocco di romanticismo in più fatelo nelle ore del tramonto, quando il paese si svuota e il cielo si colora di suggestive sfumature rosa.

    A soli 30 km da Lisbona, Sintra sembra appartenere a un’altra dimensione. Questa piccola cittadina dall’aristocratica bellezza incanta ogni anno migliaia di visitatori che vengono ad ammirarne il ricco patrimonio artistico e culturale. E non solo loro. Il fascino decadente di Sintra ha ammaliato nei secoli sovrani e letterati. Il poeta romantico Lord Byron l’ha definita Eden glorioso, mentre secondo lo scrittore Hans Christian Andersen, Sintra è il posto più bello del Portogallo. Difficile dargli torto: eleganza e stravaganza, sfarzo e modestia convivono armoniosamente nelle viuzze del centro e nei palazzi, castelli e ville della città.

    La più grande opera d’arte di Sintra è però la natura, una cornice dalla straordinaria bellezza che la rende semplicemente unica. Panorami mozzafiato con vista sull’oceano, un cielo di colore rosa, lussureggianti foreste vi attendono in una delle città più romantiche del mondo. Sintra dista solo 18 km da Cabo do Roca, il punto più occidentale dell’Europa continentale: là dove un tempo si pensava finisse il mondo. Forse non è finito il mondo, ma certamente qui si è fermato il tempo.

    Classificato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1989, l’imponente monastero è uno dei più impressionanti e magnifici esempi di architettura cistercense in Europa. Nonostante i suoi quasi 900 anni di vita, mantiene intatto il complesso di edifici medievali e la sua chiesa in stile gotico primitivo è la più grande tra quelle edificate in Portogallo durante il Medioevo.

    Contemporaneo alla creazione del Portogallo, il Monastero fa parte della storia del paese. Fondato dal suo primo re, D. Afonso Henriques, deve la sua esistenza alla donazione delle terre di Alcobaça all’Ordine Cistercense, per avere sconfitto i mori durante la conquista di Santarém.

    Nazaré è considerata la più pittoresca località costiera della regione dell’Estremadura, nel Portogallo centrale. Dominata da un gigantesco promontorio a picco sul mare, la cittadina si divide nettamente in tre quartieri: Praia, che come suggerisce il nome è il più vicino alla spiaggia, Sitio, il promontorio, e Pederneira.

    Solo un evento eccezionale poteva trasformare Fátima, un paesino sperduto nelle campagne dell’Estremadura senza alcuna particolare attrazione, in una destinazione turistica capace di attirare più di sei milioni di visitatori ogni anno. Eccezionale lo fu davvero, anzi potremmo dire miracoloso: l’evento di cui parliamo è naturalmente la celeberrima apparizione della Vergine Maria che avvenne proprio a Fatima nel 1917. Un secolo dopo pellegrini da tutto il mondo continuano a venire fin qui per rendere omaggio o chiedere grazie alla Santissima Madre di Dio, facendo di Fatima una delle più importanti mete di pellegrinaggio mondiali.

    Solo gli studenti cantano “Coimbra ha più fascino nell’ora dell’addio”: i turisti se ne innamorano e non vorrebbero più andarsene. Adagiata sulle rive del fiume Mondego, Coimbra fu la capitale del Portogallo per oltre cent’anni e vanta l’università più antica del Portogallo nonché una delle più antiche d’Europa. La sua storia secolare non ha intrappolato Coimbra in uno statico passato: il presente è vivace e ricco di fermenti culturali; edifici moderni come il Pólo II dell’Università, il ponte pedonale Pedro e Inês, il padiglione Centro de Portugal nel Parque Verde del Mondego sono l’orgoglio della Coimbra di oggi.

    È da secoli che ogni anno migliaia di pellegrini percorrono il Cammino di Santiago con un sogno da realizzare: raggiungere il capoluogo della Galizia ed entrare nella sua famosa cattedrale. Secondo la tradizione, questo monumento custodisce i resti dell’apostolo Giacomo, rinvenuti nel IX secolo.

    Tuttavia, Santiago de Compostela è una città molto viva, con tanti altri motivi che affascinano il turista, che sia un pellegrino o meno: innumerevoli ristoranti e bar in cui assaggiare gli squisiti frutti di mare della Galizia, un centro storico dichiarato patrimonio mondiale dall’UNESCO, proposte d’arte contemporanea… Sono molte le attività da svolgere in questa città, che combina la sua storia con un lato più giovane e moderno.

    Braga è situata nel nord-ovest del Portogallo; l’intero comune conta poco meno di 200.000 abitanti, ed è una delle città più importanti del paese. E’ una città universitaria: qui ha infatti sede la Universidade do Minho, un’istituzione non certo antica ma che ha saputo fin da subito attrarre giovani da tutto il Portogallo e non solo. Per questo motivo, a Braga vi si trovano moltissimi bar e locali notturni, così come diversi ristoranti dove si può gustare ottimo cibo a prezzi decisamente economici.

    Il centro storico in sè è la principale attrattiva di Braga. Vi si trovano negozi di arte e prodotti tradizionali, musei e chiese, tra cui naturalmente spicca la Cattedrale, risalente a oltre 1000 anni fa.

    Guimarães, città natale del primo re portoghese Afonso Henrique, è ricchissima di palazzi, musei e monumenti. È un’elegante città orgogliosa del suo nobile passato, con un affascinante centro storico in cui è davvero piacevole perdersi, ma non è una di quelle città-museo che continuano a pensare nostalgicamente a ciò che è stato. Guimarães è un’allegra città con una vivace vita notturna e animate feste tradizionali. La più famosa è la Festas de Cidade e Gualterianas durante la quale la città festeggia il santo patrono con uno scatenato programma che comprende un mercato di antichissima tradizione, concerti, danze tradizionali, corride, fuochi d’artificio e sfilate.

    Porto è una splendida città del nord del Portogallo: definita anche “la capitale del Nord“, in contrapposizione con la più centrale Lisbona, ne eredita in parte alcune delle caratteristiche distintive. Porto è una vera gioia per gli occhi, una città in grado di conquistare fin dal primo momento, grazie ai suoi saliscendi, alle sue case decadenti ma dall’atmosfera magica e soprattutto grazie al quartiere della Ribeira, dal quale si ammira un panorama pazzesco e le barche che passano sotto il Ponte Dom Luis I, una costruzione in ferro realizzato da un vicino collaboratore di Gustave Eiffel. La città non è grossa e se non fosse per le ripide salite si potrebbe girare tranquillamente a piedi senza difficoltà. Ad ogni modo, camminando per i vicoli stretti della città si avrà modo di ammirare la quotidianità, tra panni stesi e scalinate che conducono in quartieri dove il tempo sembra essersi fermato.