BALEARI – Ibiza

OFFERTA

Offerte Giugno, Luglio e Agosto

Prezzi e disponibilità

STRUTTURA GIUGNO da LUGLIO da AGOSTO da
Hotel Vibra Mare Nostrum 3*S – Playa d’en Bossa – Tutto Incluso € 585 € 828 € 875
Hotel Vibra Algarb 4* – Playa d’en Bossa – Tutto Incluso € 767 € 1051 € 1187
Hotel Vibra Cala Tarida 3*S – Cala Tarida – Tutto Incluso € 523 € 783 € 833
Hotel Invisa Cala Blanca 3* – Es Figueral – Pensione Completa + bevande € 707 € 947 € 1002
Hotel Globales Montemar 2 chiavi – Cala Longa – Tutto Incluso € 396 € 609 € 572
Camere e appartamenti in Dalt Vila – Ibiza città – only bed € 269 € 439 € 439
Hotel Agua Galeon 4* – Puerto de San Miguel – Mezza Pensione € 510 € 710 € 710
Hotel Garbi & Spa 4* – Playa d’en Bossa – Pernottamento e Colazione € 778 € 982 € 1095
QUOTE CONTINGENTATE, DISPONIBILITA’ LIMITATA

La quota individuale comprende:

  • volo di linea o low cost alla tariffa più bassa disponibile
  • tasse apt
  • 7 notti in camera doppia standard promo/appartamento
  • trattamento come da programma
  • assicurazione Easycare (medico/bagaglio e annullamento)

La quota individuale NON comprende:

  • bagaglio di stiva
  • Assicurazioni facoltative
  • adeguamento carburante

Servizi

Adatto a coppie

Adatto a famiglie

Richiedi disponibilità o informazioni senza impegno!








    Dichiaro di avere letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti.

    Qualche informazione in più…

    È l’isola mondana per eccellenza, dove movida e feste regnano sovrane. Ibiza, si sa, rappresenta per antonomasia il luogo ideale per chi ama il divertimento e la sfrenata vita notturna. Energica, vitale e solare, la “Isla Blanca” è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo proprio per la sua ricca offerta di locali, club esclusivi e divertimenti. Ma la terza isola delle Baleari è molto di più di una semplice discoteca a cielo aperto. Si tratta di un piccolo gioiello tutto da scoprire, un posto magico per trascorrere le vacanze insieme alla famiglia o agli amici di sempre circondati dal bellissimo mar Mediterraneo. Spiagge, acque limpide, cibo, mercatini, feste e un’atmosfera internazionale: tutto vi farà innamorare di Ibiza. Grazie a queste sue caratteristiche, infatti, l’isola incontra e soddisfa le più svariate esigenze e gusti. A partire dalle spiagge di sabbia finissima e dal mare color smeraldo.

    Ovunque vi troviate, a Ibiza sarà possibile sempre respirare un’atmosfera internazionale. La popolazione, soprattutto durante la stagione turistica, è un mix di gente proveniente da tutto il mondo. Le lingue parlate sono tantissime e tutte le etnie rappresentate. Saranno numerosi i turisti di ogni nazionalità che vi capiterà di incontrare nei tanti locali disseminati sull’isola e che caratterizzano la vita notturna concentrata maggiormente in due zone. Da una parte nella capitale dell’isola e dall’altra a Sant Antoni de Portmany. Numerose le discoteche e i club, tra i più famosi ci sono il Privilege, Es Paradis e il Pacha. Tanti anche i bar sulla spiaggia.

    E se siete dei buongustai, niente paura. Nella maggior parte dei ristoranti è possibile scoprire la vera cucina e gastronomia ibizenca. Assolutamente da provare l’inimitabile liquore Hierbas. Molti i mercatini e le botteghe tipiche dove poter acquistare capi prodotti e realizzati dagli artigiani del posto. Gli appassionati dei negozietti folk e più glamour non potranno invece assolutamente perdere Sa Penya uno degli antichi quartieri di pescatori di Eivissa, ricco di ristoranti eleganti, boutique alla moda, caffetterie e bar. Irrinunciabili anche le stradine lungo il porto con botteghe e negozietti caratteristici aperti fino a tarda notte.

    Cala Salada e l’annessa Cala Saladeta (Ovest), il mare più salato di Ibiza, una tra le spiagge più famose di Ibiza. Cala Salada merita la pole position tra le spiagge più belle di Ibiza: sabbia bianca finissima bagnata da un mare turchese intenso, un luogo incontaminato e non urbanizzato protetto dall’intervento invasivo dell’uomo. A questo proposito vi segnaliamo che a Cala Salada si può arrivare solo con i mezzi pubblici, bus o taxi, o al massimo con il proprio motorino. Dal 2016 è vietato l’accesso alle auto private. Da questa magnifica spiaggia di Ibiza  si trova una delle migliori calette di Ibiza, di dimensioni inferiori, conosciuta con il nome Cala Saladeta. Si può raggiungere tramite due sentieri di diversa difficoltà che partono dall’entrata di Cala Salada; potrete scegliere il sentiero segnalato come più facile, ma comunque anche se la camminata tra le rocce è un po’ impegnativa, la bellezza della spiaggia compensa della difficoltà per arrivare. Non dimenticate di portare con voi acqua e magari il necessario per uno spuntino! Non è presente alcun tipo di servizio o di struttura, e solo con un po’ di fortuna potreste trovarvi qualche ragazzo del luogo che si è organizzato per poter preparare un Mojito o delle empanadas.

    Cala Comte, Cala Conta o Platges de Comte (sud-ovest): molto più di una spiaggia. Conosciuta anche con il nome Cala Conta, il suo nome in catalano Platges de Comte (Platges =spiagge, al plurale) sta ad indicare che più che di una spiaggia si tratta di una serie di spiagge e calette dalla sabbia fine e perlacea e con qualche parte rocciosa. Il fondale è molto interessante per chi ama praticare lo snorkeling, le acque sono cristalline e ricche di pesci. Complessivamente, il tratto di litorale chiamato dai locali Platges de Comte si estende per una lunghezza di 600 metri, e questo insieme di spiagge raggiunge in alcuni punti la larghezza di 30 metri. Il suo orientamento verso nord ovest ne fa la posizione ideale per ammirare il tramonto.

    Cala Llonga (est), la spiaggia che accontenta tutti. Questa spiaggia è per chi ama le comodità e ha bisogno di strutture e facilitazioni oltre che di un bel mare. Cala Llonga è circondata da colline con vegetazione lussureggiante, facile da raggiungere in pochi minuti di auto da Santa Eulalia e da Ibiza città, ma collegata anche con autobus e traghetti: questa spiaggia sabbiosa di 180 metri di lunghezza per 100 di ampiezza è attrezzatissima e adatta a tutti. Perfetta per i bambini grazie al fondale che digrada dolcemente e alle acque poco profonde, come molte altre famose spiagge di Ibiza è dotata di strutture che la rendono fruibile anche a persone con disabilità. È un gioiello e uno dei vanti dell’isola delle Baleari.

    Cala Benirrás (nord) e l’appuntamento hippy. Conosciuta dai vecchi pescatori del luogo con il nome di Porto di Benirràs è una baia di sabbia e ghiaia dove per fare il bagno è consigliabile l’uso delle apposite scarpe da scoglio. Protetta dal vento di levante, circondata da alberi e verde, il paesaggio di cui si gode da questa spiaggia è suggestivo, grazie anche ad una formazione rocciosa che si erge proprio di fronte alla spiaggia, chiamata ufficialmente Cap Bernat ma conosciuta come dito di Dio. Lunga 150 metri e larga circa 40, essendo orientata verso ovest la spiaggia di Benirras offre uno bellissimo spettacolo naturale al tramonto; nelle domeniche estive il calare del sole fa da suggestivo fondale ad esibizioni musicali che riportano ai favolosi tempi dei figli dei fiori.

    Playa Salinas (sud), la spiaggia nel parco naturale. Più di un chilometro di spiaggia di sabbia fine e mare turchese dal fondale che digrada dolcemente. Bisogna prestare attenzione a qualche lastra rocciosa, che potrebbe essere scivolosa e rendere difficile entrare in acqua, ma la spiaggia è così lunga che troverete sicuramente più di un punto per godervi una nuotata. Una passeggiata vi darà la possibilità di ammirare le sculture eseguite da artisti anonimi su alcune delle rocce presenti lungo la spiaggia. Da Playa de Ses Salinas sono visibili l’isola di Formentera e la piccola isola di Espalmador. Quest’ultima, come anche Playa Salinas, è compresa nel parco naturale Ses Salines, una zona ricca di specie endemiche e considerata di notevole valore biologico ed ecologico.

    Cala Bassa (nord-ovest): il giusto equilibrio tra relax, natura e sport acquatici. Cala Bassa è una località balneare attrezzata e vivace, in cui anche i bambini possono giocare e nuotare in tranquillità e sicurezza grazie ai fondali bassi, guastati solo lievemente dalla presenza in alcuni punti di placche rocciose scivolose.

    Cala Tarida (nord-ovest), per tutti i gusti e per tutte le tasche. Cala Tarida è la più lunga spiaggia di questo lato dell’isola: 900 metri di sabbia bianca finissima a ridosso di una collina. Facile arrivare in auto o con i mezzi pubblici, dato che, come quasi tutte le spiagge famose di Ibiza, Cala Tarida è ben collegata e ben segnalata. Giunti sul posto potrete scegliere tra le acque poco profonde dell’estremità destra o quelle più profonde della zona rocciosa a sinistra. Sempre verso nord, si possono raggiungere a nuoto alcune calette più piccole. Altrimenti, la grande spiaggia è attrezzatissima e ricca di servizi, locali e negozi.

    Platja de ses Figueretes, sabbiosa spiaggia nel territorio del capoluogo dell’isola, ricca di bar e ristoranti e in cui è possibile trovare sistemazioni più economiche rispetto a tutte le altre zone della città di Ibiza. Una peculiarità interessante di questo litorale è che vi è permesso portare i cani.

    Playa d’en Bossa, praticamente comunicante con la precedente e ancor più vicina all’aeroporto di Ibiza, è la spiaggia sabbiosa più lunga dell’isola. In questa famosa località di villeggiatura si possono trovare centri di immersione, ogni tipo di divertimenti, un grande parco acquatico, bowling, minigolf, bar e si possono praticare sport acquatici. È la spiaggia perfetta per coloro che hanno uno spirito festaiolo, e vi si trova anche la discoteca Space, la più famosa tra le discoteche di Ibiza, luogo “sacro” per gli amanti della musica elettronica.

    Shopping a Ibiza: mercatini hippy e non solo. 

    Fare acquisti nei mercatini: Punta Arabì e Las Dalias in primis, dove ci si reca per l’atmosfera che riporta ai tempi dei figli dei fiori, è una delle più divertenti e interessanti attività da svolgere ad Ibiza. Si possono però fare convenienti acquisti anche di altro tipo nei mercatini di Ibiza: ad esempio prodotti alimentari, anche ecologici e biologici, oggetti di seconda mano e articoli più cool o di marchi celebri. L’Hippy Market di Punta Arabí è aperto ogni mercoledí da aprile ad ottobre, dalle 10:00 del mattino alla sera. È attivo dal 1973 e ormai conta con più di 500 banchi, allestiti all’interno dell’Hotel Club Punta Arabí. Si tiene in località Es Canar, nel comune di Santa Eulalia del RíoLas Dalias è il più tradizionale mercato hippy di Ibiza del sabato, ed è attivo da giugno a ottobre dalle 10:00 del mattino alle 20:00. In realtà il mercatino apre anche nelle giornate di domenica, lunedì e martedì, solo di sera (19:00 – 00:30). Inaugurato nel 1954 come luogo di festa e vendita di oggetti di artigiani locali, è allestito nella sua versione attuale all’interno di un giardino ricco di storia e leggende. Si trova nella località di Sant Carles, sempre all’interno del comune di Santa Eulalia del Río. Un altro mercatino di Ibiza del sabato è quello di Sant Jordi. A 3 chilometri dal capoluogo dell’isola, viene allestito dal 1995 nell’area del vecchio ippodromo del paesino di Sant Jordi. È aperto ogni sabato dalle 08:00 alle 14:00. Vi si vendono oggetti di artigianato ibizenco, ma è interessante anche per essere un buon mercatino dell’usatoIl mercatino di Sant Joan de Labritja, nella parte nord dell’isola, ti farà scoprire interessanti prodotti agricoli biologici della zona e una serie di manufatti alimentari: marmellate, conserve di vario genere, biscotti e prodotti da forno homemade. Un altro mercatino in cui è possibile acquistare prodotti locali e fabbricati in maniera naturale ed ecosostenibile è il mercatino di Forada, in località Buscastell, non distante da Sant Antoni de Portmany, nella parte ovest di Ibiza.

    Cova de Can Marçà: location suggestiva e spiagge bellissime

    Le grotte di Can Marçà (o Can Marsà), certamente tra le cose da vedere a Ibiza, si trovano nella parte nord dell’isola, nei pressi di Puerto de San Miguel e della sua bellissima spiaggia, nel comune di Sant Joan de Labritja. Cova de Can Marçà è situata in un punto strategico per ammirare uno tra i più belli dei panorami di Ibiza. Al di sotto dell’ingresso alla grotta si distende una baia suggestiva con due bellissime piccole spiagge, Playa Puerto de San Miguel e Cala de sa Ferradura; due altre calette, caló des Moltons  e  Pas de S’Illa, mentre sullo sfondo si staglia un’isoletta chiamata Illa Murada. Dal punto più alto della baia è visibile anche la Torre d’es Mular, un tempo torre di avvistamento, situata proprio sul bordo di un’ampia scogliera.

    Visitare i villaggi di Ibiza: Santa Agnès de Corona

    Il villaggio di Santa Inés – Santa Agnès de Corona, è una splendido paese che si trova nella parte nord orientale dell’isola di Ibiza. Come molti paesi di Ibiza ed alcuni dell’interni di Maiorca, anche Santa Inés si sviluppa attorno alla bella e tipica chiesa bianca di tradizionale struttura ibizenca, risalente al 1812. Il paese di santa Inés, con il vicino San Mateo è uno dei villaggi di Ibiza che hanno saputo, nel tempo, mantenere la struttura tradizionale e le atmosfere originali, senza essere stati presi d’assalto dal turismo di massa. I turisti che vengono a visitare Santa Inés lo fanno quasi in punta di piedi, integrandosi con l’atmosfera del paese: scattano foto, fanno passeggiate, visitano i luoghi unici di questo paese, che come altri, dimostra come Ibiza sia molto più di sole e mare. In prossimità di santa Inés, inoltre si trova la cosiddetta Puerta del Cielo (conosciuta anche come Ses Balandres): una delle migliori viste panoramiche di Ibiza: una splendida scogliera che, dal mezzo di una pineta si getta in un mare tanto bello da togliere il fiato. La si può raggiungere a piede, con una gradevole passeggiata tra il paese e la campagna. Attorno alla chiesa si staglia un paesaggio incredibile, conosciuto come Es Pla de Corona, una splendida pianura dove trovano casa centinaia di mandorli. L’epoca migliore per vederli in fiore è il mese di Febbraio, quando la fioritura crea un manto bianco che dura ben cinque settimane.

    San Carles de Peralta, un piccolo pueblo dall’atmosfera unica

    San Carles de Peralta, a nord est dell’isola, è un piccolo, caratteristico pueblo, la cui vita quotidiana si svolge tutta attorno alla piazza centrale, costruita nel 1785. San Carles (rigorosamente in ibizenco), sembra essere uno di quei luoghi in cui il tempo si è fermato, e per questo luogo di relax dal frenetico mondo della Ibiza più conosciuta. Da vedere non c’è molto, date le dimensioni, ma la Chiesa parrocchiale, i localini dove degustare le tipiche tapas o i liquori preparati con le erbe isolane, sono davvero da non perdere. Tra tutti, spicca il Ca n’Anneta, un locale dal gusto hippie – retro, che rimanda agli anni ’60.

    Ibiza: l’isola dei tesori nascosti

    Ibiza, la capitale dell’isola “bianca” è nota in tutto il mondo per la frizzante vita notturna e per le splendide cale di sabbia bianca. Nonostante questo in pochi conoscono i tesori archeologici che Ibiza nasconde tra le sue splendide mura. Le bianche facciate, le strade strette ed i monumenti ci parlano di Ibiza come di un importante punto di incontro per i naviganti e commercianti dei secoli scorsi. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’ UNESCO nel 1999, Ibiza è l’unica città spagnola bagnata dal mare, che può fregiarsi di simile titolo. Le Mura romaniche che circondano il centro storico formano una fortificazione tradizionalmente nota come Dalt Vila (il quartiere alto): è formata da 5 porte d’accesso – la principale è il Portal de Ses Taules, di fronte al quartiere De La Marina. Oltre la porta si accede al Patio de las Armas, luogo singolare, circondato da ben 10 arcate dove, per anni, si è tenuto il primo mercato Hippy. Il quartiere fortificato raccoglie la maggior parte del patrimonio storico della città: da non perdere i baluardi della muraglia e la polveriera, che godono di un panorama unico sulla baia cittadina. Peculiari sono anche i tetti rossi del Convento di Santo Domingo, oggi Palazzo del Comune, da cui si scende poi alla piazza della cattedrale, dedicata alla patrona della città: Nuestra Señora de las Nieves. Da visitare anche il Museo Archeologico di Ibiza, dove sono raccolte numerosissime testimonianze della vita al tempo della dominazione cartaginese sull’isola. Proprio accanto al Museo c’è la “ragione” per cui la città di Ibiza è stata dichiarata patrimonio dell’Umanità: si tratta della Necropoli di Puig des Molins, un sito archeologico che è stato il cimitero cittadino sin dal momento della fondazione della città da parte del Fenici, nel VII secolo: la necropoli (che conserva oltre 3000 tombe) è la più grande e meglio conservata della cultura fenicio-punica.

    Da vedere anche il palazzo de La Almudaina, la fortificazione militare occupata dal Wali musulmano durante la conquista araba. Dal XVIII secolo la Almudaina si trova praticamente unificata al Castillo de Dalt Vila, a causa della distruzione della muraglia che un tempo li separava. La Plaça Antoni Riquer fa le veci di “frontiera” tra i quartieri di mare La Marina e Sa Peña, i punti più pittoreschi di Ibiza. In particolare Sa Peña, è un labirinto di stradine che si arrampicano sul Porto Vucchio della città: gli stretti viottoli e le facciate quasi consumate dal tempo regalano a questo quartiere un’atmosfera unica. La Marina, è un quartiere che si è costruito occupando le cove un tempo usate dai pescatori: oggi è uno dei posti di lusso per i commerci locali, dall’abbigliamento ai ristoranti e gallerie d’arte.